lunedì 18 ottobre 2010

Sweet Manu


Aveva cominciato correndo in Cittadella ed era inconfondibile: cappellino da baseball calato sugli occhi e immancabile i-pod. Qualche volta si faceva qualche giro occasionale insieme. Poi io ho continuato ad andare "moderatamente piano", mentre lei è diventata una runner tra le prime 4 della nostra provincia, con ottime cose anche in maratona. Ma a dispetto di altri che se la tirano esageratamente e che non farebbero mai giri con runner da 4.45/5.00 al km, quando c'era l'occasione si univa per fare due chiacchiere inanellando giri sui bastioni. L'ultima volta che ci si era incrociati in Cittadella era quasi un anno fa, ma venerdì scorso in pausa pranzo vado al Parco per l'allenamento e sul primo rettilineo vedo una sagoma esile ed inconfondibile, che corre con un altro forte atleta ducale. Aumento subito il passo e li raggiungo. Il tempo di tirare il fiato e via con le domande che si fanno a chi non vedi da un anno. Mi dice che si è trasferita a Livigno. Non mi va di chiedere i motivi di questa scelta, perche' sono cose che o ti vengono dette oppure che per rispetto non chiedi. L'ho trovata serena e felice di questa sua scelta e ciò può bastare. A presto e "good luck" Manu.

2 commenti:

  1. EHILà!!! Anche tu ci dai di brutto a correre, eh??? Gran blog, Luca!!!

    RispondiElimina
  2. @Anna: Benvenuta! Ci provo, pero' dal titolo del blog e dai numeri qui a fianco.....
    ciao

    RispondiElimina